Costa stai cercando?

Terme di Suio

Suio è un piccolo borgo nel Comune di Castelforte, in provincia di Latina, che si trova nell’estrema propaggine sud della regione, ad appena un kilometro dal confine con la Campania, segnato dallo scorrere del fiume Garigliano.

Si tratta di una località abbarbicata alle ultime pendici dei Monti Aurunci.

Gli stabilimenti termali di Suio sono concentrati lungo l’ampio Via delle Terme, il lunghissimo viale costruito appositamente per collegare i vari siti in unico grande complesso curativo.

Frequentate sin da epoca pre-romana, le antiche Aquae Vescinae, le primitive terme di Suio, sono celeberrime sin dall’antichità romana, quando sono citate da autori illustri come Plinio e Lucano, raggiungendo l’apice della notorietà in epoca imperiale, a testimonianza della quale rimane la famosa “vasca di Nerone”.

Decadute con la fine dell’Impero Romano, tornano allo splendore con la corsa alla costruzione di stabilimenti termali degli anni Cinquanta del Novecento, per assecondare il crescente turismo che interessa la zona.

Le principali sorgenti termali del territorio di Suio sono:

  • Acqua solforosa, solfurea-alcalino-bicarbonato-terrosa che sgorga a 55°
  • Caracciolo, solfurea-cloruro-calcica, che sgorga a 60°
  • Costa Vallonea, solfurea-alcalino-bicarbonato-terrosa che sgorga a 54°
  • Sant’Egidio I e II, solfurea-alcalino-terrosa-clorurata, che sgorga a 37°-39°
  • Tomassi, solfurea-alcalino-terrosa che sgorga a 62°

Le acque termali di Suio sono indicate principalmente per la cura di malattie circolatorie, della pelle, ginecologiche, ma anche dell’apparato locomotore e respiratorio.

Trattamenti curativi di punta sono però anche la balneoterapia, la fangoterapia, l’aerosolterapia e l’insufflazione endotimpanica.

Fonte: gogoterme.com

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cookie Policy